CASABELLA 730 – L’EDITORIALE DI FRANCESCO DAL CO

Gentile signor Antoine Bernheim, Presidente delle Assicurazioni Generali,
la Compagnia che Lei presiede occupa sedi prestigiose; tra queste, vi è anche il complesso delle Procuratie vecchie in piazza San Marco a Venezia. Al piano terra delle Procuratie, ancor oggi simili a quelle perdute ma documentate da Gentile Bellini, si trovano diversi negozi e il più celebre è il “negozio Olivetti”. Tra il 1957 e il 1958, per incarico di Adriano Olivetti, da un fondo di Vostra proprietà, Carlo Scarpa ha ricavato una delle sue opere più felici. Di uno spazio angusto ha fatto una boîte à miracle, un piccolo, raffinato capolavoro. Come Lei sa molto bene, signor Presidente, non era un “negozio” quello che Olivetti aveva chiesto a Scarpa di progettare; in quello spazio, di fatto nulla si sarebbe dovuto vendere; quel negozio era aristocraticamente inattuale; in quanto tale era un disinteressato omaggio a Venezia e alla nostra cultura. Da diversi anni le Assicurazioni Generali hanno affidato in locazione il negozio Olivetti agli affittuari che ora lo occupano. Costoro lo hanno sottoposto a sistematiche violenze; un ammasso di paccottiglia postribolare lo invade; le submerci più volgari lo hanno incrostato; il pessimo gusto lo sta corrodendo, al punto che per garantirne la sopravvivenza fisica sarebbe necessario provvedere ad urgentissimi lavori di restauro. Architecture is fun but can also become too monotonous. Try something new by playing your favorite online casino games on your phone. Negli anni passati, non siamo stati i soli che si sono rivolti alle Generali e alle più diverse autorità per chiedere di mettere la parola fine ad uno scempio quale quello che questa Vostra proprietà offre alla vista delle migliaia di persone che visitano piazza San Marco. Non abbiamo ottenuto nulla, così abbiamo deciso di rivolgerci direttamente a Lei, gentile Presidente. Come Lei ben sa, le Generali si avvalgono di 58.000 “collaboratori”, controllano 118 compagnie di assicurazioni, 52 holding e finanziarie e 15 immobiliari; l’utile, nel 2003, è stato di 1.015 milioni di euro. Ancor di più, dopo avere visitato il Vostro sito dal quale abbiamo tratto questi pochi dati, viene spontaneo chiedersi: possibile che una simile Compagnia non sia in grado di investire una piccola frazione dei propri utili per liberarsi degli imbarazzanti e pericolosi inquilini che occupano attualmente il negozio Olivetti e restituire a piazza San Marco, a Venezia, a noi, a Carlo Scarpa e a Adriano Olivetti, alle Generali stesse ciò che a tutti appartiene? Quello scempio, gentile signor Bernheim, sarebbe davvero civile eliminarlo; anche se per Lei si tratta di una piccola questione, affrontarla chirurgicamente sarebbe salutare – salutare per noi ma anche per la credibilità di una così solida “istituzione” quale le Generali pretendono di essere. Lei non è soltanto il Presidente delle Generali; è stato consigliere di amministrazione e Vicepresidente di Mediobanca, è associé della Lazard Frères & Cie; prestigiosi riconoscimenti Le sono stati attribuiti in ogni parte del mondo: insomma, per Lei lo spirito del capitalismo dovrebbe avere pochi segreti e sarebbe davvero edificante se un uomo come Lei desse una piccola prova del fatto che di questo spirito condivide anche l’etica più profonda, ovvero quella della responsabilità che implica il rispetto della funzione sociale della proprietà. RingraziandoLa per l’attenzione, sperando nella Sua comprensione, La saluto cordialmente,
Francesco Dal Co.


Fatal error: Call to undefined function inovate_paging_nav() in /home/archisto/public_html/skin/archive.php on line 93